Esplicita & irresponsabile: l’iconografia R&B

Spiace constatarlo, ma sul versante iconografico molti artisti R&B sembrano sconoscere i confini del buon gusto e del buon senso. Nella copertina del nuovo album, un musicista importante e popolare come R. Kelly ci mostra per l’ennesima volta il corpo della donna come oggetto. Non un oggetto del desiderio, ma un oggetto e basta. Si parla tanto di abusi, di maltrattamenti, di femminicidi. Com’è che non si comincia a muovere un dito sul modo irresponsabile in cui le donne vengono rappresentate nella cultura pop – i video, le copertine, le riviste che i giovani divorano? E non vengano i fans di R. Kelly a parlare di ironia; in quegli scatti di ironia non c’è traccia, come non c’è traccia d’artista nel titolo del disco, BLACK PANTIES (MUTANDINE NERE). Roba di gran classe. I discografici si lavano la coscienza apponendo il patetico adesivo “parental advisory” sulle copertine, ma in realtà quelle foto e quei video fanno molti più danni di tante parolacce…

RKellyCovers

Esplicita & irresponsabile: l’iconografia R&Bultima modifica: 2013-12-06T14:20:17+01:00da sebmaster
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in attualità, musica, opinioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento