PSYCHO: il pazzo assassino dei Muse

Gli U2 si sono scottati con il marketing troppo aggressivo, i Coldplay sono sprofondati in un romanticismo troppo crepuscolare. Chi rimane a tenere alta la bandiera del rock infiamma stadi e classifiche? I Muse. Tecnicamente perfetti, Matthew Bellamy e compari non di rado propongono temi retorici o semplicemente bizzarri nelle loro produzioni, ma almeno provano a spingersi oltre il clichè sex & drugs & rock ‘n’ roll. L’anteprima del nuovo album dei Muse è un rock tecnologico e fracassone (ma coinvolgente) con un testo che si scaglia sia contro il lavaggio del cervello in ambito militaresco che contro chi si lascia manipolare fino al punto di diventare uno “psycho killer del cazzo”. Inevitabile pensare anche agli orrori del terrorismo. Probabilmente in molte radio dei paesi anglofoni PSYCHO verrà bandito a causa del linguaggio troppo esplicito, ma il successo del video su YouTube e piattaforme social è assicurato.

PSYCHO: il pazzo assassino dei Museultima modifica: 2015-03-17T21:45:20+01:00da sebmaster
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in musica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento