Love Art N. 26: Charles West Cope

Charles_West_CopeLaSpina

Charles West Cope: La spina

Pubblicato in arte | Contrassegnato | Lascia un commento

Un mare di affetto per Joni Mitchell

cds22_PH_jm

Un fiume, un mare di pensieri affettuosi e vibrazioni positive per Joni Mitchell, l’ineguagliabile dea della musica, della poesia e della pittura che è stata ricoverata in terapia intensiva dopo essere stata trovata priva di sensi nella sua abitazione di Los Angeles. Secondo fonti ufficiali, Joni ha ripreso conoscenza già nel corso del tragitto in ambulanza ed è “di buon umore”. C’è da scommettere che abbia chiesto di fumare. Joni Mitchell ha 71 anni ed è universalmente riconosciuta come la più grande (ed influente) cantante-autrice della musica contemporanea.
Tra le tante canzoni meravigliose scritte ed interpretate dalla Mitchell, ne scelgo una quasi a caso: THE LAST TIME I SAW RICHARD, in una sublime versione dal vivo del 1974.

Pubblicato in arte, attualità, musica | Contrassegnato | Lascia un commento

Musica liquida

200364775-002

Da tempo diversi cantanti, autori e rock star attaccano la musica digitale e i lettori MP3 per aver distrutto il piacere della musica. Gli album andrebbero ascoltati su vinile o CD, i pezzi che li compongono dovrebbero essere riprodotti nella sequenza originale, l’esperienza dell’ascolto dovrebbe passare attraverso un supporto fisico da toccare, guardare, annusare; iPod, iPhone & co. spingerebbero a cambiare continuamente i brani in riproduzione, impedendo un ascolto attento e ponderato, eccetera. Pur condividendo l’affetto per determinati supporti e le loro indubbie qualità, a me sembra che certe critiche perdano di vista l’amore per l’essenza della musica, e che confondano comportamenti errati con gli strumenti. In realtà quella che viene definita “musica liquida” possiede non pochi vantaggi. Personalmente trovo fantastico poter portare con me – dovunque vado – l’equivalente di centinaia di CD o LP in un oggetto tascabile come l’iPod…. Ascoltare l’album (o il pezzo) che amo in qualsiasi luogo o circostanza lo trovo impagabile. La musica in digitale offre infinite libertà di utilizzo e di personalizzazione creativa (playlist): se c’è chi la usa in maniera deteriore, frettolosa o superficiale la colpa è dell’utente, non del mezzo. Nessun lettore MP3 vieta all’ascoltatore di godersi un album nell’ordine rigoroso in cui è stato concepito, così come nessun lettore di CD impedisce di spingere compulsivamente il tasto SHUFFLE… Morale della favola: ascoltiamo la musica come vogliamo, quello che davvero importa è ascoltarla.
Unica raccomandazione: se e quando adoperiamo il digitale, cerchiamo di procurarci delle cuffiette di buona qualità – quelle in dotazione ai player sono quasi sempre delle schifezze.

 

Pubblicato in attualità, musica, opinioni | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Muse: DEAD INSIDE

DEAD-INSIDE

Dopo PSYCHO, ecco un altro tassello che viene a comporre il puzzle del nuovo album dei Muse. Rock robotico e martellante, gelide scosse elettriche e una voce in vena di fuochi d’artificio. Alcuni critici sembrano non gradire, ma DEAD INSIDE in concerto esalterà gli spalti, e qualsiasi canzone condanni l’esteriorità dilagante (“la tua pelle è calda da accarezzare, nei tuoi occhi c’è magia, all’esterno sei accesa e viva, ma all’interno sei morta”) è da apprezzare.

Pubblicato in musica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Auguri a Franco Battiato

FrancoBattiato

Buon compleanno a Franco Battiato! L’ironia più fine è prerogativa delle menti più aperte, delle personalità più serie e profonde… Auguri di cuore.

Pubblicato in attualità, musica | Contrassegnato | 2 commenti

Bette Midler: WATERFALLS

Di canzoni veramente memorabili se ne scrivono sempre meno, ecco perché dobbiamo rassegnarci: la moda di incidere cover non passerà. Per fortuna esistono ancora interpreti capaci di confrontarsi egregiamente con i successi del passato, come Bette Midler. Questa toccante versione di WATERFALLS è tratta da IT’S THE GIRLS, un bell’album dedicato ai gruppi femminili più rappresentativi del pop/rock/soul americano.

Pubblicato in musica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Love Art N. 25: Vincent Van Gogh

Ramidimandorloinfiore-VincentVanGogh

Vincent Van Gogh: Rami di mandorlo in fiore

Pubblicato in arte | Contrassegnato | Lascia un commento

Alcool o marijuana?

smoking

In un interessantissimo articolo apparso in una sezione online del New York Times, un pediatra, studioso nonché genitore ha risposto alla spinosa domanda: dovendo scegliere tra marijuana e alcool, cosa preferirei che i miei figli usassero? La prima risposta è ovviamente “nessuno dei due”. Ma se fosse proprio costretto a scegliere, la preferenza andrebbe alla cannabis. Dati e ricerche alla mano, l’alcool risulta di gran lunga più dannoso per la salute, più responsabile di comportamenti nocivi per sé stessi e per gli altri, e in che ne fa uso provoca dipendenza in una percentuale più che doppia rispetto alla marijuana (oltre il 20% contro il 9%). Forse niente di nuovo sotto il sole, ma vedere l’argomento affrontato in maniera tanto schietta ed equilibrata fa un certo effetto. Sconcertanti le implicazioni: perché gli alcolici – ben più velenosi di una droga leggera – sono legali?

Pubblicato in attualità, opinioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

PSYCHO: il pazzo assassino dei Muse

Gli U2 si sono scottati con il marketing troppo aggressivo, i Coldplay sono sprofondati in un romanticismo troppo crepuscolare. Chi rimane a tenere alta la bandiera del rock infiamma stadi e classifiche? I Muse. Tecnicamente perfetti, Matthew Bellamy e compari non di rado propongono temi retorici o semplicemente bizzarri nelle loro produzioni, ma almeno provano a spingersi oltre il clichè sex & drugs & rock ‘n’ roll. L’anteprima del nuovo album dei Muse è un rock tecnologico e fracassone (ma coinvolgente) con un testo che si scaglia sia contro il lavaggio del cervello in ambito militaresco che contro chi si lascia manipolare fino al punto di diventare uno “psycho killer del cazzo”. Inevitabile pensare anche agli orrori del terrorismo. Probabilmente in molte radio dei paesi anglofoni PSYCHO verrà bandito a causa del linguaggio troppo esplicito, ma il successo del video su YouTube e piattaforme social è assicurato.

Pubblicato in musica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il vescovo Doran e i piani di Dio

BishopKevinDoran

Il vescovo irlandese Kevin Doran ha recentemente dichiarato, in un’intervista radiofonica, che gli omosessuali e le persone affette da sindrome di Down “non fanno parte del piano di Dio”. Non riesce a vederli nella mente di Dio. Come dire che tanto i gay quanto i down sono un errore del Creato. Oltre alla follia di accostare orientamento sessuale e anomalia cromosomica disabilitante, congratulazioni al prelato per essere riuscito a ferire con una sola affermazione milioni di essere umani, i loro parenti, amici e tutte le persone che non perdono il lume della ragione (e del cuore) di fronte alle diversità. Il premio “Imbecille dell’anno” non glielo toglie nessuno.

 

Pubblicato in attualità, opinioni | Contrassegnato , , , | Lascia un commento